Teatro Politeama 22/23

Teatro Politeama Pratese

www.politeamapratese.com

Toscral ha acquistato 2 abbonamenti per la visione dei seguenti spettacoli nella rappresentazione del sabato sera h. 21:00 (salvo dove diversamente specificato):

** Costo del biglietto per ogni singolo spettacolo € 23,00**

Toscral parteciperà al costo del biglietto del solo socio.

Come di consueto il socio potrà iscriversi al sorteggio di 2 biglietti

(uno per il socio, uno per un accompagnatore)

Toscral non è responsabile di eventuali variazioni di orario e data.

E’ cura del vincitore accertarsi che l’evento si terra’.

Si precisa che il calendario è provvisorio e potrebbe subire variazioni e/o modifiche per motivi indipendenti dalla volontà della direzione, pertanto consigliamo di controllare tutte le date al momento del ritiro e controllare durante l’anno eventuali comunicazioni che verranno riportate sul sito del teatro.

Per le iscrizioni, è necessario inviare una mail al seguente indirizzo   segnalando gli spettacoli per i quali si intende iscriversi al sorteggio: info@toscral.it

SCADENZA ISCRIZIONI: 1 ottobre 2022

Non sono ammesse rinunce successive all’estrazione

Spettacolo n. 1 Sabato 22 ottobre 2022 ore 21,00

MINE VAGANTI

di FERZAN OZPETEK

Con Francesco PannofinoIaia ForteErasmo Genzini, Carmine RecanoSimona Marchini
Regia FERZAN OZPETEK

Produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo, Fondazione Teatro della Toscana

Dal cinema al palcoscenico con tutto l’intreccio di sentimenti, malinconie, risate che hanno decretato il successo della pluripremiata pellicola. Ozpetek mette in scena l’adattamento di uno dei suoi capolavori cinematografici: la vicenda ruota intorno alla famiglia Cantone, proprietaria di un pastificio in un piccolo paese del Sud Italia, con le sue radicate tradizioni culturali alto borghesi. Tutto precipita quando il figlio Antonio si dichiara omosessuale, battendo sul tempo il secondogenito Tommaso. Immutato il tono della favola agrodolce che nella trasposizione teatrale resta fedele allo spirito intrigante e umoristico della pellico

Spettacolo n. 2 Sabato 12 novembre 2022 ore 21,00

LA VITA DAVANTI A SE’

di ROMAIN GARY

Con Silvio Orlando e L’Ensamble dell’Orchestra Terra
Riduzione e regia SILVIO ORLANDO

Produzione Cardellino srl

Il suo terzo David di Donatello risale a maggio, per la pellicola Ariaferma. Si muove fra il grande schermo e il palcoscenico Silvio Orlando che porta in scena il romanzo di Romain Gary pubblicato per la prima volta nel 1975. È la storia di Momò, bimbo arabo di dieci anni che vive nel quartiere multietnico di Belleville nella pensione di Madame Rosa, anziana ex prostituta ebrea che sbarca il lunario prendendosi cura degli “incidenti sul lavoro” delle colleghe più giovani. Un romanzo commovente e ancora attualissimo, che racconta di vite sgangherate che vanno alla rovescia, ma anche di un’improbabile storia d’amore toccata dalla grazia. Silvio Orlando ci conduce dentro le pagine del libro con la leggerezza e l’ironia di Momò diventando, con naturalezza, quel bambino nel suo dramma.

Spettacolo n. 3 Sabato 19 novembre 2022 ore 21,00

OBLIVION RHAPSODY

Di e con gli Oblivion: Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli
Regia Giorgio Gallione

Produzione Agidi

La loro storia di successi nelle varie tournée italiane è iniziata dieci anni fa: gli Oblivion hanno deciso di festeggiare in modo corale il loro anniversario con uno spettacolo in cui i cinque artisti riproducono le loro performance più amate, fra musica e canto ma non solo. Oblivion Rhapsody rappresenta l’eccezionale versione acustica della loro opera omnia. Cinque voci, una chitarra, un cazzotto e miliardi di parole, suoni e note scomposti e ricomposti fino a prendere nuova vita. Pilastri della letteratura quali Dante e Shakespeare verranno rivisitati in chiave di parodia e raccontati sulle note di grandi successi italiani. Risate assicurate!

Spettacolo n. 4 Sabato 3 dicembre 2022 ore 21,00

SCUSA SONO IN RIUNIONE…TI POSSO RICHIAMARE?

Con VANESSA INCONTRADA, GABRIELE PIGNOTTA, Fabio Avaro, Nick Nicolosi, Siddhartha Prestinari
Una commedia scritta e diretta da GABRIELE PIGNOTTA

Produzione a.ArtistiAssociati

Già il titolo racconta molto di questa commedia, una frase che si trasforma in tormentone per una generazione, quella dei quarantenni di oggi, abbastanza cresciuta da poter vivere inseguendo il successo e la carriera ma non abbastanza adulta da poter smettere di ridere e ironizzare su se stessa. Sullo sfondo, i ritmi frenetici di un’esistenza ormai dipendente dalla tecnologia. Ma cosa succederebbe se queste stesse persone per uno strano scherzo si ritrovassero protagonisti di un reality show televisivo? La risposta appartiene a un pubblico che dopo avere riso di se stesso s’interrogherà a lungo su certi aspetti della propria vita assistendo a una commedia geniale e travolgente!

Spettacolo n. 5 Sabato 17 dicembre 2022 ore 21,00

A SPASSO CON DAISY

di ALFRED UHRY
adattamento di Mario Scaletta

Con MILENA VUKOTIC, Salvatore Marino, Maximilian Nisi
Regia Guglielmo Ferro

Produzione Spettacoli Teatrali

S’ispira al romanzo di Alfred Uhry (premio Pulitzer), seguito dall’adattamento cinematografico con Morgan Freeman e Jessica Tandy (quattro Oscar), questo delizioso spettacolo teatrale che vede come protagonista la bravissima Milena Vukotic nei panni dell’anziana Daisy: una storia delicata e divertente capace di raccontare con umorismo un tema complesso come quello del razzismo nell’America del dopoguerra. L’anziana maestra in pensione non vuole in casa qualcuno che tocchi le sue cose, che la privi del gusto di guidare, che la faccia vedere in giro accompagnata da uno chauffeur come fosse una donna ricca. Perché lei è una ricca signora ebrea che vuole apparire povera, una donna dal piglio forte. La storia dell’anziana signora Daisy e del suo autista di colore è da sempre un successo, giocata sull’ironia e sui toni della commedia.

Spettacolo n. 6 Sabato 14 gennaio 2023 ore 21,00

IL MALATO IMMAGINARIO

di MOLIÈRE

Con EMILIO SOLFRIZZI, Lisa Galantini, Antonella Piccolo, Sergio Basile, Viviana Altieri, Cristiano Dessì, Pietro Casella, Cecilia D’Amico e Rosario Coppolino
Adattamento e regia Guglielmo Ferro

Produzione Compagnia Moliere La Contrada – Teatro Stabile di Trieste in collaborazione con Teatro Quirino – Vittorio Gassman

Guglielmo Ferro adatta e dirige Emilio Solfrizzi nei panni di Argante, il protagonista che ha più paura di vivere che di morire: il suo rifugiarsi nella malattia non è nient’altro che una fuga dai problemi, dalle prove che l’esistenza pone davanti. La comicità che pervade il capolavoro di Molière viene così accentuata dal ritmo incalzante delle vicissitudini che ruotano intorno ad Argante, attraverso la sua fuga verso rimedi e cure improbabili in un crescendo di situazioni esilaranti. Un intreccio tra comicità e il teatro dell’assurdo: qui il teatro come finzione, come strumento per dissimulare la realtà, va a braccetto con l’idea di Argante di servirsi della malattia per non affrontare “i dardi dell’atroce fortuna”

Spettacolo n. 7 Sabato 28 gennaio 2023 ore 21,00

IL MARITO INVISIBILE

Con MARIA AMELIA MONTI e MARINA MASSIRONI
Scritto e diretto da Edoardo Erba

Produzione Gli Ipocriti di Melina Balsamo

Esiste una commedia tutta in videocall? Sì, ed è la prima in assoluto diretta da Edoardo Erba. Tutto ruota intorno a videochat fra due amiche cinquantenni, Fiamma (Maria Amelia Monti) e Lorella (Marina Massironi) che non si vedono da tempo. I saluti di rito, qualche chiacchiera, finché Lorella annuncia a sorpresa il suo matrimonio. Un evento incredibile quando la sposa rivela che il nuovo marito ha una particolarità: è invisibile. Fiamma teme che l’isolamento dell’amica abbia prodotto danni irreparabili nella mente. Vorrebbe aiutarla, ma non ha fatto i conti con la fatale attrazione di noi tutti: l’invisibilità. Una messinscena innovativa con le attrici che recitano, sul palco, senza mai guardarsi avvolte da uno sfondo completamente blu. Una commedia sulla scomparsa della nostra vita di relazione e sullo smodato uso della tecnologia.

Spettacolo n. 8 Sabato 25 febbraio 2023 ore 21,00

PIGIAMA PER SEI

di Marc Camoletti

con Laura Curino, Antonio Cornacchione, Max Pisu, Rita Pelusio e con Roberta Petrozzi, Rufin Doh Zeyenouin
regia Marco Rampoldi

Produzione RARA – Nidodiragno/CMC

Il più classico dei triangoli: lui, lei, l’altra. La complicazione nasce quando si scopre che il vecchio amico, invitato dal marito per fungere da alibi durante l’incontro clandestino con l’amante, è a sua volta l’amante della moglie. Ma la figura diventa un poligono complesso quando la cameriera mandata da un’agenzia, complice il destino beffardo che vuole per lei lo stesso nome, viene scambiata per l’amante del marito dall’amico ma è costretta a interpretare il ruolo di amante di quest’ultimo agli occhi della moglie… Pigiama per sei è il tipico meccanismo perfetto. Un testo in cui lo spettatore si appassiona, immedesimandosi involontariamente, per capire come i vari personaggi riusciranno a trovare soluzioni a situazioni che diventano via via più intricate, fino allo scioglimento dovuto all’arrivo di un ulteriormente inaspettato (e pericoloso) deus ex machina.

Spettacolo n. 9 Martedi 14 marzo 2023 ore 21,00

LA MIA VITA RACCONTATA MALE

da Francesco Piccolo

con Claudio Bisio
regia Giorgio Gallione

Produzione Teatro Nazionale di Genova

Un po’ romanzo di formazione, un po’ biografia divertita e pensosa, un po’ catalogo degli inciampi e dell’allegria del vivere, La mia vita raccontata male ci ricorda che, quando guardiamo al passato, la strada è ben segnata da una scia di scelte, attimi, sbagli, spesso tragicomici o paradossali. Attingendo dal variegato patrimonio letterario di Francesco Piccolo, lo spettacolo si dipana in un’eccentrica sequenza di racconti e situazioni che scandiscono una vita in cui si rispecchiano tutti. Dalla prima fidanzata alle gemelle Kessler, dai mondiali di calcio all’impegno politico, dall’educazione sentimentale alla famiglia, dall’Italia spensierata di ieri a quella sbalestrata di oggi, fino alle scelte professionali e artistiche che inciampano in Brecht o s’intrecciano con Mara Venier. In questa tessitura variegata e sorprendente si muove Claudio Bisio accompagnato da due musicisti d’eccezione, per costruire una partitura emozionante, spesso profonda ma pure giocosamente superficiale, personale, ideale, civile ed etica.

Postato il 29/07/2022